Su

Fondazione MO.SO.S.

La Fondazione

L’ ITS – Fondazione Mo.So.S. – è stato costituito il 30 ottobre 2014.

La scelta della Regione Autonoma della Sardegna di istituire una scuola speciale di tecnologia nei settori della mobilità sostenibile e dell’economia marittima è stata motivata dall’importanza strategica degli stessi per lo sviluppo economico e sociale della Sardegna.

L’ ITS- Fondazione Mo.So.S. agisce nell’area tecnologica della Mobilità Sostenibile con particolare riferimento all’economia del mare, sviluppando attività di ricerca e formazione negli ambiti del trasporto marittimo-aereo-terrestre, nella logistica e nella gestione dell’infomobilità ed infrastrutture logistiche

UNIFORM  è  socio fondatore della Fondazione ITS – Istituto Tecnico Superiore: ITS – Fondazione Mo.So.S. per la mobilità sostenibile e per il mare. http://www.fondazionemosos.it/

Con la finalità di:

  • di sostenere le misure per lo sviluppo dell’economia e le politiche attive del lavoro per i giovani;
  • di assicurare, con continuità, l’offerta di tecnici superiori in relazione a figure che rispondano alla domanda proveniente dal mondo del lavoro in relazione al settore di riferimento;
  • sostenere le misure per l’innovazione e il trasferimento tecnologico alle piccole e medie imprese;
  • diffondere la cultura tecnica e scientifica e promuovere l’orientamento dei giovani e delle loro famiglie verso le professioni tecniche.

La nostra offerta formativa

Tecnico superiore per la mobilità delle persone e delle merci- conduzione del mezzo navale allievo ufficiale di navigazione – allievo ufficiale di macchine edizione 2016
http://www.fondazionemosos.it/attivita-formative/proposta-formativa
Atto costitutivo
Atto Fondativo e Statuto

Cosa sono gli ITS?

Gli Istituti Tecnici Superiori sono “scuole ad alta specializzazione tecnologica“, nate per rispondere alla domanda delle imprese di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche.

Attuano percorsi di Specializzazione Tecnica Post Diploma, riferiti alle aree considerate prioritarie per lo sviluppo economico e la competitività del Paese, realizzati secondo il modello organizzativo della Fondazione di partecipazione che comprende scuole, enti di formazione, imprese, università/centri di ricerca scientifica e tecnologica, enti locali.

Non si tratta di un prolungamento del sesto e settimo anno della scuola superiore ma di corsi professionalizzanti di alta specializzazione tecnica realizzati secondo i modelli internazionali più avanzati (le SUPSI svizzere, le IUT francesi e le Fachhochschule tedesche) e miranti ad attribuire le competenze spesso richieste dalle imprese e dal mondo del lavoro sia pubblico che privato, acquisendo, così, una specifica identità culturale e formativa.

Un’opportunità di assoluto rilievo nel panorama formativo italiano in quanto espressione di una nuova strategia che unisce le politiche d’istruzione, formazione e lavoro con le politiche industriali del Paese.

La risposta italiana alla domanda delle imprese, attraverso un’offerta formativa altamente qualificata, di nuove ed elevate competenze tecniche per promuovere i processi di innovazione e trasferimento tecnologico, nella logica della Smart Specialization.

In quale settore operano gli ITS ?

Gli ITS offrono numerosi corsi relativi a sei Aree Tecnologiche per una formazione in armonia con le aspirazioni dei ragazzi e con le esigenze produttive nazionali.

Per ciascuna Area, sono individuati Ambiti specifici e Figure nazionali di riferimento atti a diversificare l’offerta formativa in modo che la stessa sia coerente con la filiera produttiva presente sul territorio.

Ad oggi sono previste 29 Figure nazionali di riferimento afferenti a 17 Ambiti cui corrispondono le così dette “macro-competenze tecniche” da possedere al termine dei percorsi, e cioè, cosa il diplomato I.T.S. “conosce” e cosa “sa fare concretamente”. Ogni I.T.S. definisce inoltre, per ciascuna Figura nazionale di riferimento, uno specifico profilo tecnico professionale sulla base delle esigenze del territorio in cui opera.

Le sei Aree tecnologiche individuate per gli ITS sono le seguenti:

 

I percorsi di Istruzione Tecnica Superiore, si rivolgono a giovani e adulti in età lavorativa in possesso di diploma di istruzione secondaria superiore. La durata (di media) è di 4 semestri, 1800 ore di cui almeno il 30% di tirocinio formativo in azienda. Sono progettati per competenze ed erogati per moduli,  almeno il 50% dei formatori/docenti provengono dalle aziende a cui la figura professionale in uscita si riferisce.

Al termine del corso si consegue il “Diploma di Tecnico Superiore” con la certificazione delle competenze corrispondenti al V livello del Quadro europeo delle qualifiche – EQF.(VI livello corsi di 6 semestri). Per favorire la circolazione in ambito nazionale ed europeo, il titolo è corredato dall’EUROPASS diploma supplement.

http://www.istruzione.it/orientamento/index_postdiploma.html#sthash.bMqy3ErH.dpbs